D MAGAZINE
INTERVISTA: GELIDO PAUL
Settantacinque anni, oltre 50 film, 8 candidature all'Oscar, una statuetta vinta: Newman, torna e fa ii ladro gentiluomo
30 MAGGIO 2000
By Silvia Bizio
Photo by Mary Ellen Mark

221X-007-007

Settantacinque anni, difficile crederci. Gli stessi occhi cerulei che si assottigliano come quelli di un gatto quando ride, la stessa immagine di serietà con la quale questo grande attore americano è passato attraverso piü di 40 anni di cinema. 75 anni e nulla ha perso del suo fascino, carismatico e insieme discreto, quasi sfuggente, della sua presenza seducente, dentro e fuori lo schermo. Tuth hanno un'immagine di Paul come di un uomo serissimo, dice Linda Fiorentino, che appare con lui nel nuovo film Per amore...dei soldi in uscita sui nostri schermi, nel quale Newman interpreta un vecchio e scaltro ladro che si finge paralizzato per farsi trasportare dalla prigione dove sta scontando una lunga condanna a una casa di cura per anziani. Con l'aiuto della sexy Fiorentino, che intanto ha capito il trucco, tornerà al vecchio amore: svaligiare banche. Pensavo: devo lavorare con un idolo del cinema, mi toccherà comportarmi bene sul set! Niente affatto, eravamo come due liceali, non facevamo che ridere, al punto che il regista, l'inglese Marek Kanievska (Meno di zero, Another County) alla fine si è arrabbiato: "Linda, Paul, smettetela. Non abbiamo tempo per queste scemenze!”>>.

Nella carriéra di Paul ci sono piu di 50 grandi film, compreso La lunga estate calda, girato accanto a sua moglie Joanne Woodward nel '58, lanno in cui si sono sposati (vivono ancora insierne nel Connecticut, in una villa del '700). In quello stesso '58 Newman ebbe la prima delle sue 8 candidature ali'Oscar, per La gatta sul tetto che scolta, anche se avrebbe dovuto poi aspettare 29 anni per vincere la statuetta, nel 1987, grazie a il colore dei soldi di Scorsese. L'anno prima aveva ricevuto 'Oscar onorario deli'Academy. Sempre affascinante e sexy, Newman è a miglior publicità immaginabile per l'invecchiamento. Sullo schermo non tradisce cedimenti. Non è solo questione di beilezza: H suo appeal viene anche dalla bravura di attore e dalle sue attività extracinematografiche (e tomato da poco a correre in auto, e ii fattore rischio aumenta sempre l'alone mitico), dall'impegno politico per i diritti umani (Newman e a moglie lottano da anni contra la diffusione delle armi e per una migliore educazione pubbhca negli Usa), perfino dalla sua industria di condimenti per insa late e sughi per a pas, i cui proventi servono a pagare a 900 bambini 1 campeggio estivo. E conta anche il suo rnatrimonio con Joanne Woodward, con a quale ha creato, dal '53, 'unione pi duratura nelia storia dello star system. Inutile aspettarsl che 1 diretto interessato, conic sempre un pa' a disagio nelle interviste, spieghi il segreto di fama e successo. Ma nella sua soave affahilità, nella gentilezza d'altri tempi, bisogna ammettere che cc la mette tutta.

D: Cosa trova net cinema che le fa ancora venire voglia di lavorare?
R: Piccoli e onesti film come Per amore... del soldi, di cui sono motto orgoglioso. Non ha niente delle pellicole che ci sono in giro di questi tempi: non c'è violenza ne sesso, non c'è suspense artificiosa. La maggior parte del cinema d'oggi punta solo ad attivare l'apparato sensoriale del pubblico, all'intelligenza motto poco. Al mattino ti alzi, vai sul set, reciti 15 minuti e poi te ne vai lasciando che gii esperti di effetti speciali lavorino 1 resto del giorno. A casa fai colazione con a tua famiglia e torni sul set il giorno dopo. lntanto gli aitri preparano esplosioni e inseguimenti d'auto: l'attore ha poco da fare, magari sta appeso per ore a un fib di fronte a uno schermo blu, che dovrebbe essere un palazzo o un elicottero. Non dico che Per amore... del so/di sla abbia richiesto straordinari sforzi dagli attori, ma almeno dipende unpo' da loro, da ciO che portano al film.
D: E vero che lei ha fatto etiminare una scena d'amore con Linda Fiorentino?
R:
Si, non mi pareva affatto necessaria. Come ho fatto togliere alcune scene di violenza gratuita. Credo che i film lascino forti impressioni sulle menti della gente, giovani a vecchi che siano, e mi preoccupa che puntino sul sensazionale e l'irrazionale pur di fare quatche doflaro. Certo, c'é brutaiità nd mondo, ma non mi va l'idea che sia usata oltre ii necessario per raccontare a stona.
D: Va sempre a vedere I suoi film?
R:
No. Questo ('ho vista, e mi è piaciuto. Quando Ic case funzionano, sul set, si vede poi anche suibo schermo.
D: Let ha lavorato con giovani attorl pot diventati famosi, come Tom Cruise. Che consigli dà at giovani colleghi per avere una carriera luminosa e tunga come let?
R:
Aifrontare Ic case a testa alta e lavorare con onestà. Per ii resto, Ic strade sono diverse e imprevedibibi. Tom Cruise è un ottimo attore, non ho nulia da insegnargli. Anzi, ho imparato molto da ui. Basta guardare II colore del soldi e vedere chi porta film suIte spalle. O Rainman: senza togliere niente a Dustin Hoffman, in un certo senso è facile interpretare un personaggio totalmente isolato dagli altri, ma è motto piü difficile tener in piedi (film con Ic unghie, e in questo Cruise non è rnai stato secondo a nessuno. Oggi purtroppo molti giovani attori non hanno la possibilità di estendere 1 Ioro repertorio come ho avuto la fortuna di fare lo. Quando sono arrivato a New York per far teatro, aiI'inizio degli anni '50, c'erano fior di scrittori, come Chayefsky, Williams, Capote, Miller; e iniziava 'era della tv, si passava da un avoro au'aitro con meno di due giorni di intervallo, dal teatro al cinema a uno show televisivo. Una palestra formidabile. Non è piu cosl.
D: Non ha voglia di tornare in teatro?
R:
No, non credo che potrel piu farlo, Joanne invece ne è sempre piu attratta: ha diretto tante commedie a Williarnstown e in teatri detI'off Broadway, sta cercando di organizzare a stagione del Westport Country Playhouse. E bravissima.
D: Tornerebbe invece a dirigere un film?
R:
Quelio mi piacerebbe, ma in yenta nessuno me to chiede piu: i pochi copioni che mi sono arrivati non mi piacevano, quelli che vorrei fare non sono stati ancora corn prati da nessuno.
D: Parliamo di altre attività: salse e macchine. Come procedono?
R:
Le salse vanno benissirno, e stata una sorpresa dope I'altra, nate tutte dalla mia passione per a cucina. Sono fiero che i nostni prodoth siano natura!i, dal pnimo condimento fatto con I'olio d'oliva in poi. Quanta able automobili, che possc. fare? Le vecchie passioni tornano. Mesi fa ho avuto un incidente, ho temuto di dover smettere di nuovo: invece ho ripreso, e con Christian Fittipaldi e Michael Andretti, figlio di Mario, siamo un'ottima squadra: abbiamo già vinto 3 cam pionati.
D: II segreto del suo felice matrimonio?
R:
Oltre aII'attrazione fisica? Vediamo: senso dell'umorisrno, sense del perdono. Rispetto. Pazienza. Tante risate. E, se ci niesci, non crescere per una cinquantina d'anni: ecco I'elemento piii importante!